Escursioni

Breitenberg o Montelargo, così è chiamata la montagna di Laives, lungo la quale si diramano una miriade di sentieri. La vostra voglia di scoprire il territorio a piedi deve necessariamente iniziare da qui. Più in là si snodano poi i sentieri del Parco Naturale Monte Corno e sulle Dolomiti.

L’Alta Via di Laives, che prosegue lungo la montagna fino a Costa, è assolutamente raccomandabile. Particolarmente apprezzata è la salita al paese di montagna Nova Ponente. Gli escursionisti potranno godere di splendide viste panoramiche, che abbracciano tutta la Valle d’Adige. A Laives si prende anche il sentiero per il pellegrinaggio al santuario di Pietralba, il luogo di pellegrinaggio più visitato dell’Alto Adige. Oltre centomila persone visitano ogni anno il santuario di Pietralba.

Escursioni

Alla chiesetta di Peterköfele

Segnavia: n.1 – Dislivello ca. 180 m – Durata: 25 min. dalla pensione “Zur Pfleg”

Presso la casa Emmaus (ex albergo Moser), all’imbocco della Vallarsa, inizia il percorso n.1 per il santuario di Pietralba. Dopo circa 15 min. si arriva ad una grande curva a sinistra da cui si dirama a destra uno stretto sentiero che conduce in pochi minuti alla storica chiesetta di Peterköfele. In questo sito, in una splendida zona panoramica, sorgeva un tempo Castel Liechtensteiner (XII sec.). Ne restano tuttora a testimonianza tracce di mura e una cisterna sotterranea con annesso il pozzo, dimostrazione dell’origine medievale.

Pellegrinaggio al santuario di Pietralba

Segnavia: n.1 – Dislivello ca. 1.260 m – Durata: ca. 4 ore

Presso la casa Emmaus (ex albergo Moser), all’imbocco della Vallarsa, inizia il percorso n.1 per il santuario di Pietralba, la meta di pellegrinaggio più visitata dell’Alto Adige (visitata dal Papa nel 1988). Durante la salita, seguendo le stazioni della Via Crucis, si gode un’ottima vista sulla Bassa Atesina. A circa 700 m, nei pressi della III stazione, si entra nella Vallarsa mentre a destra un sentiero non segnato conduce ai masi Gschlößler e Buchner, dai quali ci si può ricongiungere alla strada per il santuario. Dopo 2 ore di cammino da Laives si raggiunge il solitario albergo Mezzavia (967 m, aperto in estate). Alla IX stazione, ad una biforcazione, il sentiero porta attraverso il bosco al pittoresco borgo di Monte San Pietro (raggiungibile in 3,30 ore da Laives). Proseguendo sul percorso n.1 invece si arriva dopo 15 min. all’ex trattoria Munter e subito dopo si attraversa la strada asfaltata Nova Ponente – Monte San Pietro. Si sale gradualmente fino a raggiungere il santuario di Pietralba (1.521 m) da cui si gode una splendida vista sulle Dolomiti.

Attraverso il Montelargo per maso Wölfl e Nova Ponente

Segnavia: n.11 e 12 – Dislivello: ca. 1100 m – Durata: ca. 3,30 ore

Di fronte all’albergo Albero Verde inizia il percorso n.11. La ripida salita, che incrocia ripetutamente la nuova strada del Montelargo, passa attraverso un’ombrosa boscaglia e conduce in circa 1,25 ore ad una bella grande masseria, i masi Steiner (710 m). Il magnifico panorama su Laives e sulla Bassa Atesina ripaga della fatica. La strada è ora più agibile e si snoda in mezzo a distese di boschi lungo il rio Tschuegg. Dopo 1,30 ore di cammino si raggiunge il maso Wölfl (1.290 m) da dove si dirama il sentiero n.12 che in circa 40 min. conduce al ridente paesino di Nova Ponente (1.355 m), sull’Altipiano del Monte Regolo.

Attraverso la Vallarsa per Nova ponente

Segnavia: n. 5 – Dislivello: ca. 1100 m – Durata: ca. 3,30 ore

Oltrepassata la casa Emmaus in un’ora circa si raggiunge su strada carrozzabile l’osteria Al Mulino (raggiungibile anche in macchina). Da qui parte un sentiero parzialmente lastricato, il n.5, che oltrepassa il piano di carico di una miniera di fluorite e sale costeggiando il torrente attraverso fitti boschi fino al maso Hackl. Il percorso prosegue ancora in salita verso nord fino all’altipiano di Nova Ponente. Da questo ridente villaggio montano si gode una splendida vista panoramica a 360° sulle montagne circostanti. Particolarmente suggestiva è la veduta dall’albergo Obkircher (1.430 m). Per il ritorno a Laives ci si può servire dell’autobus di linea.